Confraternite‎ > ‎

Confraternita di San Pietro


Referente Cellulare E-m@il
 Priore: Pietro Spini 0342.612598 pietroliliana@libero.it
 Priora: Liliana Raschetti  0342.612598 pietroliliana@libero.it

Il mese di giugno, dedicato al "Sacro Cuore di Gesù", per la Chiesa di San Pietro e per la Sua Confraternita, è uno dei periodi più intensi ed impegnativi dell'anno liturgico. Si ricorda la data del 7/6 - ricorrenza della Festa del Sacro Cuore di Gesù, del 13/6 Festa di S. Antonio da Padova e del 29/6 Festa dei SS. Pietro e Paolo.

Inoltre a fine giugno viene a scadere il mandato del priore e della priora e, di conseguenza, ci sarà la votazione per la nomina dei nuovi.

I lavori di restauro della facciata della Chiesa sono a buon punto nonostante il brutto tempo incontrato. In seguito comunicheremo le iniziative che prenderemo al termine dei lavori per spiegare e per festeggiare l'evento con la Comunità.


E Simon Pietro disse:” Io vado a pescare”. Gli altri dissero:” Veniamo anche noi con te” (Gv. Cap.21). E vanno con lui, salgono sulla barca e lavorano insieme. È l'immagine della Chiesa in cui ciascuno lavora secondo il proprio compito, come le diverse membra in un corpo, cercando di fare bene la propria parte per il bene dell'intera Comunità. In piccolo, pur con tanti limiti, in questa immagine si rispecchia quella della Confraternita dei SS. Pietro e Paolo. Nata nel lontano 1540 è ancora oggi viva e palpitante nonostante tempi duri e grandi prove, proprio per questa sua voglia di stare insieme, di pregare insieme e di lavorare insieme per la causa di Dio. Si delinea subito dalle regole lontane nel tempo, ma ancora attuali, che gli impegni per gli iscritti sono particolarmente vincolanti dal punto di vista della devozione, della condotta di vita e della solidarietà che fondamentali erano e sono, l'umiltà cristiana e la carità fraterna senza le quali “è impossibile piacere a Dio”. Un atto di carità, un sorriso d'amore hanno un valore immenso. E' la fede schietta, una fede semplice ma solida che è stata dei Confratelli che ci hanno preceduto, trasmessa da padre in figlio, da persone che, credendo, sono state testimoni veri, ricchi di speranza anche nelle tribolazioni. Mi ha sempre commosso l'amore che ha la Confraternita per il suo Arciprete, i suoi preti, il suo Cappellano, amore fatto di devozione e di rispetto e di obbedienza, ma anche di piccoli gesti colmi di affetto, di amicizia e di gioia condivisa. La Confraternita partecipa alla vita comunitaria, alle azioni liturgiche sia nella Chiesa di San Pietro che in San Giovanni, in particolare nella Settimana Santa, nelle feste solenni, nelle processioni. Ogni domenica e ogni sabato e in altre occasioni, la S. Messa è preceduta dal canto dell'Ufficio in latino a suffragio dei defunti. Questo testimonia il valore che la Confraternita attribuisce al momento più sacro e più importante nella vita di ogni uomo, nella fede del Cristo risorto, perché la morte è il passaggio per arrivare a Lui, alla pienezza totale con Dio. I nostri cari ci hanno solo preceduto e un giorno ci ritroveremo lassù. La Confraternita poi si prende cura della Chiesa che è fatta anche di mattoni, di sassi, di stucchi e di affreschi e di preziosi arredi, come già aveva fatto nei tempi lontani grazie alla fiducia e alla grande disponibilità del Sig. Arciprete, grazie all'aiuto dei Sacerdoti e del nostro Cappellano, alle offerte raccolte in Chiesa durante la S. Messa e alle offerte generose di Enti e Privati. E grazie anche al lavoro continuo e silenzioso dei Confratelli che regalano ore ed ore del loro preziosissimo tempo.

  La Confraternita prosegue il suo cammino sotto lo sguardo tenerissimo della mamma di Gesù e del Suo Divin Figlio con tanta voglia di sentirsi, pur piccolissima porzione, sempre più attiva nella Parrocchia, desiderosa di nuovi Confratelli.



Pagine secondarie (1): Attività confraternita S.Pietro
Comments